I primi passi nel campo dei Beni Culturali sono in archeologia nel 1976 con l'iscrizione al Gruppo Archeologico Milanese, con cui collaborerà più di trent'anni, per approdare all'attività professionale negli anni Ottanta, partecipando a scavi e pubblicando ricerche.

La laurea nel 1986 in architettura con Franca Helg (tesi “Museo archeologico all'arena romana di Milano”) sposta l'interesse nel campo della museografia, con allestimenti permanenti e temporanei per esposizioni soprattutto di archeologia, arte antica e moderna, antropologia. Numerosi anche gli articoli e le pubblicazioni sul tema museografico e museologico.

Accanto all'attività professionale, sviluppa un interesse verso i significati della cucina con numerose pubblicazioni (tra cui La fame aguzza l'ingegno, Eléuthera, Milano 2005 e 2018; Ricette scorrette, Eléuthera 2009; Affamato come una tigre. A tavola con Sandokan, Il Leone Verde, Torino 2013), di cui almeno una collegata ai musei: Andrea Perin, Francesca Tasso, Il Sapore dell'Arte. Guida gastronomica ai musei del Castello Sforzesco di Milano, SKIRA, Milano 2010.

Negli ultimi anni è particolarmente attento alla frequentazione dei bambini dei musei, sia nella progettazione che nella pubblicistica, con un libro (Musei e bambini, ancilab editore, Milano 2017) e il blog https://museobambino.wordpress.com/

Iscritto all'Ordine degli Architetti da settembre 1988, socio dell'ICOM (International Council of Museum) dal 1999.